FISDIR: ad Ancona, podi e record per gli atleti ASPEA PADOVAVersione stampabile


immagine sinistra
Ad Ancona va in archivio anche l'edizione 2015 dei Campionati indoor di atletica leggera FISDIR, e lo fa in grande stile con ben 19 nuovi record italiani fissati e molte prestazioni da ricordare.

Al Palaindoor di Ancona, dove alla manifestazione FISDIR si aggiungeva anche quella della FISPES, erano 87 gli atleti ai nastri di partenza.

Molti, come detto, i risultati di prestigio che cerchiamo di riassumere in questo modo:

Nella distanze lunghe brilla la stella del pugliese Alessandro Tomaiulo (Gargano 2000) che, dopo l'ottima prestazione alla Maratona di Roma, si impone nei 1500 e nei 3000 metri battendo il campione uscente Alex Holtz (Lebenshilfe Onlus); nella categoria Tf21 è invece Michele Zugno ad imporsi nei 1500 metri, distanza che il padovano dell'ASPEA controlla e vince agilmente dimostrando di essere un atleta da nazionale.

Sempre nelle lunghe distanze è ancora dominio dell' ASPEA Padova che, con Lucato e Pertile, centra una splendida doppietta nella marcia da 800 metri categoria 21, mentre nella categoria Tf20 femminile è l'Orionina Ercolano a salire sul gradino più alto del podio con Pacelli; nella Tf21 maschile splendida battaglia tra Lucato (Aspea Padova) e Festa, gara che al traguardo vedrà il marciatore padovano imporsi su quello della Valcamonica.

Dotto della Oltre Onlus si prende il titolo italiano negli 800 metri piani Tf20 femminili, mentre Di Mauro (Orionina Ercolano) nella Tf20 e Nieddu (Sa.Spo) nella Tf21 rappresentano ancora i migliori atleti azzurri nella specialità, con il sardo capace anche di imporsi nel 400 metri, gara vinta nella categoria Tf20 dal padrone di casa Fedeico Mei; Ferlito (Progetto Filippide) e Spano (Sa.Spo) vincono rispettivamente i 400 metri Tf20 e Tf21.

Tra gli sprinter si conferma come re indiscusso dei 60 metri Tf21 il marchigiano Mancioli (Fabriano Mirasole) il quale batte Rondi (Disabili Valcamonica) in volata; nella stessa categoria al femminile la spunta ancora una volta Giulia Pertile dell'ASPEA, che si impone su Sara Bonfanti della Valcamonica.

Schimmenti dell'Atletica Osimo batte Boiocchi nei 60 metri Tf20 senior, mentre tra le donne la Cattaneo si impone sul Patrizia Fedato, che si andrà poi a prendere il titolo italiano nel peso femminile con un lancio da 8 metri e 44. Repetto, Lamberti, Tonello e Cattaneo gli altri titoli italiani per categoria sui 60 metri.

Nel triathlon si conferma Roberto Casarin mentre nel lungo è double per la Valcamonica con Rondi e Pezzoni sul podio più alto di Ancona.



23/03/2015

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Gennaio  >>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico