RUGBY FESTIVAL 2011 – FONTANAFREDDA 24 a 26 giugno 2011Versione stampabile


immagine sinistra

Dal 24 al 26 giugno, si svolgerà a Fontanafredda, nell'ambito della terza edizione del Rugby Festival, uno stage di Wheelchair Rugby, il rugby in carrozzina per disabili. La rappresentativa della Nazionale austriaca farà da guida alla neonata rappresentativa italiana in un weekend di sport e agonismo dove sarà possibile vedere, provare e apprendere le regole del rugby in carrozzina. Lo stage si svolgerà in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico (Cip), l'Inail, la Federazione Italiana Sport Paralimpici Sperimentali (Fispes) e l'ASD SPORTEQUAL. Lo stage è inserito nell'ambizioso progetto sperimentale per la nascita anche in Italia di questo settore sportivo che è presente già dal 2000 alle Paralimpiadi: l'obbiettivo finale è la costituzione di una squadra nazionale che possa partecipare alle prossime edizioni paralimpiche (Brasile 2016).

Uno slogan degli anni ottanta diceva: "scuola di rugby, scuola di vita." Nel campo da rugby s'impara fin da piccoli a mettersi in gioco, ad affrontare l'avversario senza paura di esporsi: lo si affronta con il corpo, accettando le ammaccature del contatto, la faccia per terra e il fango addosso; lo si affronta con la mente, trovando la soluzione che ti conduce alla meta. Se la partita finisce con una sconfitta, c'è il "terzo tempo" per recuperare. Non è la magra consolazione, non è disonorevole. Nella vita si perde qualche cosa ogni giorno, forse si potrebbe dire che la vita non è facile, e il rugby insegna ad accettarla, ad andare avanti. Il "terzo tempo" è parte integrante della partita, in cui le due squadre si ritrovano, nonostante il risultato, orgogliose di essersi giocate il tutto per tutto. Così, anche nella vita, ci vuole il "terzo tempo": il momento per capire che anche se non ce l'abbiamo fatta affronteremo ancora le sfide future, più forti e uniti. E poi c'è la squadra. Perché il rugby è cuore, generosità, lealtà. È un legame primordiale, d'istinto, che si cementa quando, spalla a spalla, si spinge nella mischia. Con il rugby impari a sacrificarti per gli altri, a tener duro anche se non è la "giornata buona", a sentirti parte di una comunità che, come ha detto qualcuno "se funziona, funziona come nessuna, e ti porta avanti nella vita, prima che in campionato." Questo spirito d'onore e rispetto si respira in campo come negli spalti, dove vigono correttezza, rispetto, mai episodi di tifo contro. Nel campo si rispetta il trentunesimo giocatore: l'arbitro. Per chi gioca e per chi tifa, per chi dirige e per chi lava i panni sporchi di fango, valgono le stesse regole: non sono scritte, sono l'essenza del rugby. Il rugby è soprattutto un percorso di crescita. Rimangono i principi che fin da piccolo, dai primi allenamenti, condividi con i tuoi compagni e poi, crescendo, comprendi che quelli sono i paletti, ma che c'è bisogno di adattarsi. Così si dà importanza alla tradizione, alla cultura, alla propria storia, dalla quale si attinge per crescere e i "vecchi" assumono valore, sono i saggi, i detentori di racconti epici, gli "Old" che continuano a giocare spinti da quell'istinto originale scatenato dal gesto rivoluzionario di William Ellis, il ragazzo della Rugby School, che durante una partita di calcio, nel 1823, prese la palla tra le mani e si mise a correre verso la porta. Nonostante la realtà si mescoli alla leggenda, è suggestivo pensare che tutto sia nato da un gesto così autentico, spontaneo e puro.

L'interesse degli appassionati dello sport del rugby si è amplificato notevolmente in questi ultimi anni, grazie anche alla grande visibilità che i principali canali di informazione mediatica hanno riservato a questa disciplina. Rugby Club, il magazine trimestrale a diffusione nazionale, ha sostenuto fin da subito il progetto "wheelchair rugby" con la promozione di tutte le iniziative legate alla formazione e preparazione di una squadra nazionale che possa rappresentare degnamente l'Italia alle Paralimpiadi di Rio 2016. Una pagina sarà dedicata ad ogni uscita del magazine in un virtuale percorso di realizzazione del progetto.

In ambito triveneto, un'importante istituto di credito quale la FriulAdria - Credit Agricole, segue da vicino e sostiene concretamente le iniziative del Cip del territorio, entrando pertanto a far parte del gruppo di coloro che dimostrano sensibilità ed interesse per i valori sportivi che pongono sullo stesso piano tutti i praticanti, abili o meno abili che siano, contribuendo alla diffusione di un concetto di solidarietà sociale che bene il rugby rappresenta da sempre.

Programma:

Sabato 11/06

 Conferenza stampa di presentazione - ore 12:00 - sala consiliare Ca' Anselmi - via Grigoletti, 11 Fontanafredda

Venerdì 24/06

 arrivo delle rappresentative italiane e straniere di Old Rugby, di Australian Football League e di Weelchair Rugby

Sabato 25/06

à ore 10:00 à incontro amichevole Under 18 Fontana Rugby Fontanafredda - Rugby Montebelluna

à ore 11:30 à incontro amichevole Under 16 Gussago (Brescia) - Selezione Under 16 Portogruaro - Cordignano - Fontanafredda - Polcenigo

à ore 10:00 - presso il palazzetto dello Sport - stage di Wheelchair Rugby (rugby in carrozzina) con la rappresentativa nazionale austriaca e italiana - progetto Paralimpiadi Brasile 2016

à ore 11:00 à meeting Executive Board Evra (European Veteran Rugby Association) - sala consiliare Ca' Anselmi

à ore 15:00 à torneo internazionale di Old Rugby Licor Beirao Evra Series con Rugby Pagnacco, Red&Blu Colleferro, Fossili Dolomitici Belluno, Old Rugby Poderosa Brescia, Old Lions Zagreb (CRO), Oldies Slovenia (SLO), ZVRK Zagreb (CRO), Esztergomi Vitezek RFC (HUN)
à ore 16:00 à stage per principianti di Australian Football League tenuto da tecnici AFL - iscrizione e frequenza gratuita e ospitalità al "terzo tempo" della serata di sabato 25/06

à ore 20:30 à terzo tempo al villaggio ospitalità con premiazioni, testimonial e musica dal vivo con il gruppo Stardust - ingresso libero

Domenica 26/06

à ore 10:00 à ATAP Tri Nations Cup - torneo internazionale di Australian Football League (AFL) - Croazia - Svizzera - Italia (maschile) e Milano Latinas vs selezione Polcenigo - Verona - Milano (femminile)

à ore 10:00 - prosecuzione - stage di Wheelchair Rugby (rugby in carrozzina) con la rappresentativa nazionale austriaca e italiana

à ore 17:00 à finali AFL e premiazioni

à ore 20:00 à terzo tempo al villaggio ospitalità con premiazioni, testimonial e musica dal vivo con lo spettacolo musicale di Max Pianta - tributo a Renato Zero - ingresso libero

 

PRESENTAZIONE

Rugby Festival 2011

... ovvero tutte le espressioni ovali del rugby ...

 

Evento: Rugby Festival 2011 - pluri evento rugbistico a valenza internazionale, nazionale ed interregionale.

Periodo: dal 24 a 26 giugno 2011

Società organizzatrice: A.S.D. TIKI Touch Rugby Fontanafredda

Sede: impianti sportivi comunali (3 campi di calcio - palazzetto dello sport - aree verdi contigue, tenso-struttura comunale)

Collaborazioni: le discipline e le federazioni interessate

Discipline: Rugby Union 15, Touch Rugby, Australian Football League - Aussie Rules Rugby, Old Rugby, Rugby Femminile, Mini Rugby, Rugby Scolastico, Wheelchair Rugby  

Coinvolgimento: gruppo di volontariato locale

Istituzioni Nazionali e Internazionali Sportive di riferimento: FIR - TRI - IRB - Rugby Union - EVRA (European Veteran Rugby Association) - CONI - AICS - CIP - FISPES

Istituzioni Amministrative: Comune di Fontanafredda, Provincia di Pordenone, Regione Friuli Venezia Giulia (Assessorato allo Sport)

Partecipazione prevista: 30 team in rappresentanza di varie discipline - 400 atleti, 20 ufficiali di gara, 200 accompagnatori e familiari al seguito.

Caratteristiche: Ogni disciplina gestisce in autonomia la parte tecnico-agonistica, mentre la TIKI Touch Rugby Fontanafredda la parte organizzativa generale

Ricettività e accoglienza: Alberghi del comprensorio, visite guidate località della provincia e della regione, villaggio ospitalità allestito per vitto ed eventi collaterali (live-music, spettacoli, maxischermo, meeting, premiazioni, cerimonia di apertura e chiusura dell'evento, ecc.)

Finalità: Diffusione della disciplina del Rugby in tutte le sue forme ed espressioni e valorizzazione delle eccellenze del territorio di Fontanafredda, provincia di Pordenone e regione Friuli Venezia Giulia, in termini di storia, cultura, tradizioni, paesaggi, turismo, folklore, artigianato, enogastronomia, sport in generale e rugby in particolare.

Promozione e diffusione dell'evento: stampa sportiva locale, regionale, nazionale ed internazionale, network radio e TV regionali e nazionali, sito web dedicato ad ampia diffusione.



13/06/2011

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Settembre  >>
LMMGVSD
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico