Weelchair Rugby: Italia senza vittoria, ma l'entusiasmo è quello giustoVersione stampabile


immagine sinistra

Finisce senza una vittoria l'esordio della nazionale di Rugby in Carrozzina nel wheelchair rugby mondiale. I ragazzi guidati dal Renè Schwarz, che hanno eletto loro capitano Alvise de Vidi, non riescono ad imporsi su nessuna delle compagini che hanno preso parte alla prima edizione della LignanoCup. Ma non perdono per demerito, a vincere infatti è l'esperienza sicuramente maggiore e sicuramente consolidata delle altre rappresentative. L'Italia però porta a casa la vittoria più importante di tutto il torneo: il fatto di essersi preparati, di averci creduto e di essere arrivati a costruire a piccoli passi e con il sacrificio di tutti una vera squadra.

Il Presidente Sandrino Porru si è complimentato con tutti i convocati e con tutto lo staff presente spronando tutti "a far tesoro dell'entusiasmo che ha portato la partecipazione alla LignanoCup per proseguire questo ambizioso cammino sportivo".

Ottima l'organizzazione della manifestazione a cura della ASD SportEqual del presidente Adriano Damiani che ha curato in tutti i dettagli e senza sbavature quello che si è rivelato uno splendido incontro sportivo internazionale che presenta delle novità assolute nell'organizzazione di eventi sportivi paralimpici.

Classifica finale
1° SWITZERLAND
2° RED LIONS (CZE)
3° WHITE LIONS (CZE)
4° NORWAY
5° ITALY


RISULTATI DOMENICA - FINALI
Finale 1°-2° posto: Switzerland - Red Lions (CZE) 49/45
Finale 3°-4° White Lions (CZE) - Norway 38/22
Finale 4°-5° Norway - Italy 45/21

RISULTATI SABATO
Red Lions (CZE) - Norway 65/23
Italy - White Lions (CZE) 17/62
Norway - Switzerland 39/52
Italy - Red Lions (cze) 12/60


RISULTATI VENERDI
Red Lions (CZE) - White Lions (cze) 57/34
Italy - Switzerland 26/50
Norway - White Lions (CZE) 33/44
Switzerland - Red Lions (CZE) 36/37
Norway - Italy 56/24



21/11/2011

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Novembre  >>
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico