Atletica Leggera: La Maratona di S.Antonio a prova di record lo dice l’IPC, i tempi ottenuti a Padova daranno il pass per LondraVersione stampabile


immagine sinistra

La Maratona S.Antonio è stata inserita nel calendario Ipc 2012. Il riconoscimento ufficiale da parte dell’International Paralympic Committee quest’anno acquista un significato particolare, dato che la stagione sfocerà sia nei Giochi Olimpici che nei Giochi Paralimpici, anche questi in programma a Londra, dal 29 agosto al 9 settembre. In altre parole, i record ottenuti domenica 22 aprile 2012 sulla strada che da Campodarsego porta a Padova saranno omologati ufficialmente e i tempi ottenuti qui saranno validi per il conseguimento dei minimi di qualificazione a cinque cerchi.

«Credo proprio che saranno in tanti a cercare il tempo a Padova – spiega Antonella Munaro, atleta in prima persona ma anche consigliera della Fispes, la Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali – La gara è veloce e organizzata bene, ingredienti fondamentali per richiamare gli specialisti delle categorie paralimpiche. Non nascondo che l’anno scorso, col cambiamento di percorso, avevamo qualche timore legato alla novità: il nuovo tracciato si è però dimostrato sicuro e ancora più veloce rispetto a prima e tra gli atleti si è diffuso il passaparola. Oltretutto, lungo le strade, si trova un calore che in altre manifestazioni non c’è, con la gente che incita i partecipanti dall’inizio alla fine. Io? Ho corso tutte le edizioni e credo che non mancherò nemmeno stavolta, anche se, a causa dei tanti impegni che si accumulano, non riesco più ad allenarmi come qualche anno fa. Ma sono di Camposampiero e la maratona passa anche davanti a casa mia: è un motivo in più per esserci».

Il nuovo percorso da Campodarsego a Padova, lo ricordiamo, ha ottenuto la certificazione internazionale di Aims (Association of International Marathons and Distance Races) e Iaaf nel 2011. Il profilo altimetrico favorevole, il fondo stradale ideale, la chiusura totale al traffico, l’assistenza offerta dalla partenza all’arrivo e durante la permanenza in provincia hanno contribuito a fare di Padova una capitale per il movimento paralimpico, capace di rivaleggiare con New York e Berlino per il numero degli specialisti. E i risultati di spicco sono stati una naturale conseguenza. Dai tre record mondiali realizzati nel 2005 da Francesca Porcellato (paraplegici T53 – un’ora 38’29”), Andrea Cionna (non vedenti T11 – 2 ore 36’02”) e Thomas Geierspichler (tetraplegici T52 – un’ora 46’33”), a quello firmato nel 2006 dallo stesso Geierspichler, primo sul traguardo di Prato della Valle in un’ora 43’45”, a quello siglato nel 2010 dal francese Joel Jeannot che chiuse in volata in un’ora 3’41” tra le handbike, davanti a Paolo Cecchetto, Alex Zanardi e Vittorio Podestà. Un elenco che promette di allungarsi ancora.

Visita www.maratonasantantonio.it e www.assindustriasport.it

Per informazioni: Ufficio Stampa Assindustria Sport Padova tel 049 8227114 – fax 049 8227164

 



25/01/2012

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Gennaio  >>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico