Scherma in carrozzina: Che bello, D’Ambra e Salmaso agli AssolutiVersione stampabile


immagine sinistra
Il sogno è diventato realtà. Dopo l'appello lanciato dall'Officina della Scherma, numerosi cittadini si sono mobilitati per raccogliere i fondi necessari, e permettere a Nicola D'Ambra e Stefano Salmaso di partecipare questa settimana ai campionati italiani assoluti di scherma paralimpica. I due sciabolatori dell'Officina stavano rinunciando alla possibilità di giocarsi il tricolore, e anche alla successiva opportunità di essere convocati in nazionale per la Coppa del Mondo e gli altri eventi di categoria. Dopo l'appello lanciato dal loro maestro Vittorio Carrara, attraverso le pagine sportive del nostro giornale, molti cittadini, commercianti e politici si sono attivati. Sono così arrivate le cospicue donazioni del consigliere regionale Gennaro Marotta e del Charity Shop Tiperiade di Venezia, oltre alla raccolta fondi avviata in centro storico da commercianti e cittadini che sono stati colpiti da questa storia «Un appello andato a buon fine, in un momento in cui i nostri due ragazzi stavano già rassegnandosi» spiega Vittorio Carrara, «in questo senso l'aiuto ricevuto con l'articolo della Nuova Venezia si è rivelato fondamentale, attivando una catena di solidarietà meravigliosa. In molti si sono fatti vivi e ci hanno sostenuto. Ora i nostri due atleti potranno andare alla caccia di una medaglia, visto che sono i numeri 2 e 3 d'Italia».

I campionati italiani stavano diventando un miraggio per via degli elevati costi da affrontare per Nicola D'Ambra e Stefano Salmaso. Costi inavvicinabili per chi spesso deve sostenere di tasca propria l'attività sportiva. I trasporti in primis, visto che a bordo degli aerei le carrozzine da gara vengono trasferite a prezzi molto elevati. Con la cifra raccolta, i due sciabolatori paralimpici potranno coprire tutte le spese previste, alloggio compreso. «Il ruolo sociale svolto dal giornale è stato prezioso, altrimenti neppure io avrei saputo di questa situazione» spiega Gennaro Marotta, «sono stato presidente di un circolo sportivo, i miei figli fanno scherma, mi sono sentito di dover aiutare questi ragazzi, perché meritano un sostegno».

Nicola D'Ambra è raggiante: «Stiamo preparando i bagagli, e andremo ad Acireale per prenderci le medaglie. Un modo per ringraziare ancor di più chi ci ha aiutati. Il morale è alto, siamo carichi e contenti. Un grande grazie già da ora a chi ci ha dato questa opportunità». «Ormai ci stavamo rassegnando» conferma Salmaso, «le gare per arrivare agli assoluti le avevamo fatte, e ci saremmo fermati sul traguardo. Daremo tutto per dimostrare che chi ci ha aiutati ha visto giusto. E vogliamo portarle a casa queste medaglie. Provo una grande gioia e gratitudine».

Fonte: La Nuova Venezia di Simone Bianchi



29/05/2014

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Novembre  >>
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico