Progetto Treviso: “Unified Sport for All Attività sportiva unificata"Versione stampabile


Sono la mamma di un ragazzo di 19 anni con la Sindrome di Down, insegnante di Scienze Motorie presso l'I.C. "Casteller" di Paese (TV) e membro del "gruppo attivo" di Anffas Treviso Onlus. Ho vissuto con mio figlio, come tanti altri genitori, episodi di rifiuto alla mia richiesta di sua iscrizione in sport di squadra e non. Quando siamo venuti a conoscenza della sperimentazione di un'attività di basket integrato in cui le squadre erano composte sia da ragazzi con disabilità che da coetanei "normodotati", mi sono buttata anima e corpo sull'attuazione del progetto sportivo assieme ad una mia collega. Il primo gruppo era composto da sei ragazzi con disabilità e sei volontari provenienti dalla scuola in cui lavoro. Dopo una breve attività sperimentale abbiamo messo in piedi un'organizzazione reale e il Preside della scuola, Prof. Claudio Baccarini, mi ha dato l'idea di avviare una vera e propria convenzione per risolvere i problemi burocratici e legali connaturati all'attività: così siamo partiti con l'avventura dello sport unificato! Nel 2007-2008 abbiamo steso la prima convenzione fra Anffas Treviso Onlus e l'I.C. "Casteller" di Paese, che ha offerto il servizio di segreteria e un docente di scienze motorie e sportive. Il progetto è stato così inserito nel POF d'istituto. Il Comune di Paese ha messo a disposizione gratuitamente la palestra, e lo sport attivato è stato il basket, con 16 ragazzi in età 10-18 anni. Dal 2007 ad oggi gli sport attivati sono aumentati (pallacanestro, calcio e atletica, tutti unificati) così come le squadre ed il numero degli aderenti al protocollo. Inoltre, è stata introdotta anche la figura professionale di una psicologa che aiuta gli inserimenti e guida le modalità di approccio con i ragazzi più difficili da comprendere. Di pari passo siamo arrivati ad avere anche sette firmatari del protocollo d'intesa: Anffas Treviso Onlus, I.C. "Casteller" di Paese, ASD Olimpia di Postioma, I.C. "Toniolo" di Istrana, ISISS "Besta" di Treviso, Comune di Paese e Comune di Istrana. Dal 2010 abbiamo provveduto a formare un team scolastico Special Olympics Italia, l'I.C. "Casteller"di Paese. 'attività sportiva unificata risponde al bisogno dei ragazzi di avere una "normale" attività sportiva, e non sempre e solo "terapie", e di vivere la vicinanza gioiosa e giocosa dei coetanei. La riuscita dell'esperienza è dovuta all'unione di tanti ragazzi diversi ma legati tutti da bisogni simili, come la necessità di autonomia, di crescita e di assunzione di un ruolo all'interno del gruppo. È proprio la definizione di un ruolo per ogni ragazzo, sia esso con disabilità o meno, che porta alla valorizzazione del singolo che, secondo le proprie peculiarità, assume delle responsabilità verso gli altri. Inoltre è forse la prima volta che i ragazzi con disabilità possono, finalmente, aiutare un compagno più "debole" invece di essere loro bisognosi di un supporto. Allo stesso tempo i "normodotati" imparano l'arte del cooperare ed niziano a scoprire non la disabilità ma il mondo che c'è dietro. L'iniziativa sta aiutando moltissimo anche i genitori che, in coincidenza dell'allenamento dei ragazzi, possono parlare di tutto con possibili scambi di esperienze e consigli, confortandosi o stimolandosi a vicenda. E nel caso in cui questo interscambio non risulti sufficiente, c'è la psicologa che può intervenire sostenendoli con il suo apporto professionale. Da soli, è vero, non si arriva da nessuna parte... ma coinvolgendo enti pubblici e privati (Comuni, associazioni sportive e scuole), molto si può fare! Invito caldamente tutte le strutture associative locali Anffas a credere nello sport integrato e ad attivarsi per fare in modo che si diffonda sempre di più e consentire così a quanti più ragazzi possibile di prenderne parte! 


Per scaricare il progetto completo clicca qui

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Luglio  >>
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico